Contenuto principale

News

Appuntamenti | 10.03.2022 | 09:21

Sicurezza in Ostetricia

Sicurezza in Ostetricia La nascita di un bambino è un momento molto speciale per ogni genitore. Affinché le future mamme si sentano sicure durante la gravidanza e il parto, la formazione nell’Azienda sanitaria ricopre un ruolo preponderante. A tal fine, per due giorni (11 e 12 marzo) si terrà a Bolzano un congresso di specialisti sulla sicurezza durante la gravidanza e il parto (gravidanza, nascita e puerperio) nonché sui parti cesarei difficili.

Sicurezza in OstetriciaZoomansichtSicurezza in Ostetricia

Il Primario Martin Steinkasserer del reparto ginecologico-ostetrico dell’Ospedale di Bolzano lo presenta così: «Le mamme in attesa devono sentirsi in buone mani. Questo vale tanto per la gravidanza, quanto durante i parti ‘normali’ o i cesarei. Soprattutto in quest’ultimo caso, ci sono diverse situazioni che possono capitare. Ad esempio, quando il bambino è situato molto in basso nel ventre materno oppure se un taglio cesareo d’emergenza si rende necessario a seguito di una rianimazione. Queste non sono operazioni di routine poiché sono richieste molta esperienza e una formazione continua».

Per questo motivo, Steinkasserer, insieme all’esperta ginecologa Micaela Veneziano del suo team, ha organizzato un congresso specialistico di due giorni al nosocomio bolzanino: «Sono particolarmente felice del fatto che siamo riusciti a far intervenire rinomati luminari come il Professor Wolfgang Henrich, Direttore della clinica di Medicina ostetrica alla Charité di Berlino, che sarà tra i relatori insieme ad altri illustri esperti nazionali.”

Il primo giorno del congresso - il prossimo 11 marzo –, a seguito dell’introduzione tecnica del mattino, è riservato alle esercitazioni pratiche, che si terranno nelle ore pomeridiane presso il Centro di Simulazione della Scuola Provinciale Superiore di Sanità “Claudiana” in via Böhler. In presenza di Alex Staffler, Primario del reparto di Terapia Intensiva neonatale dell’ospedale di Bolzano, verranno spiegate e praticate su appositi manichini le nascite cesaree difficili. Un altro argomento all’ordine del giorno sarà la tecnica chirurgica di conservazione del liquido amniotico, illustrata su modelli animali, che nel nosocomio del Comprensorio bolzanino viene eseguita da più di venti anni.

Il secondo giorno, invece, sarà nuovamente dedicato a lezioni teoriche inerenti alla gravidanza e al parto. Esse spazieranno da argomenti epidemiologici fino alle raccomandazioni ostetriche per i migranti e i rifugiati; senza trascurare il Covid in gravidanza e temi quali il politrauma o la salute mentale durante la fase gestazionale.

Il Direttore generale Florian Zerzer tiene a ringraziare il Primario Steinkasserer e il suo team per l’impegno profuso nel portare tanti illustri relatori in Alto Adige: «Un argomento medico così complesso richiede di essere approfondito ai massimi livelli. Soprattutto quando si tratta della sicurezza della madre e del bambino, ogni ora investita nello scambio di conoscenze ha un valore incommensurabile».

Per lo stesso Steinkasserer, questo congresso è un’ulteriore conferma del suo lavoro: «Negli ultimi mesi abbiamo affrontato molte vicissitudini. Dalle numerose donne incinte affette dal Covid alla perdita di gran parte del personale, dovuta prima a causa della pandemia poi dalle sospensioni. Infine, c’è stato il rifacimento degli ambulatori. Questi ultimi ora si presentano realmente all’avanguardia e per quanto vissuto fianco a fianco non posso che ringraziare tutti coloro che hanno sostenuto insieme a noi queste enormi difficoltà».

Informazioni per i media:
Ripartizione Comunicazione, Azienda sanitaria dell’Alto Adige

 

(SF/RL)


Primario Martin Steinkasserer Zoomansicht Primario Martin Steinkasserer

Altre notizie di questa categoria