Contenuto principale

News

Azienda Sanitaria dell'Alto Adige | 12.08.2019 | 15:43

Sanità: sarà valorizzato il ruolo degli ospedali di San Candido, Vipiteno e Silandro

Il 9 agosto 2019 l’Assessore Thomas Widmann, insieme ai membri della Direzione generale dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige, ha fatto visita agli ospedali di San Candido, Vipiteno e Silandro. Il messaggio centrale lanciato é: l’assistenza di base sarà valorizzata.

Saranno valorizzati gli Ospedali di San Candido (in foto), Vipiteno e SilandroZoomansichtSaranno valorizzati gli Ospedali di San Candido (in foto), Vipiteno e Silandro

Anche in futuro tutte tre le strutture svolgeranno per gli abitanti, turisti e persone temporaneamente presenti in Alta Val Pusteria, Alta Val d’Isarco e Val Venosta un ruolo centrale. Questo è stato il messaggio posto al centro dall’Assessore Thomas Widmann in occasione della conferenza stampa, che ha avuto luogo il 9 agosto 2019, rispettivamente presso gli ospedali di San Candido, Vipiteno e Silandro. Hanno partecipato anche il Direttore generale dell‘Azienda sanitaria, Florian Zerzer, i rispettivi Direttori/Direttrici dei Comprensori, o loro sostituti, ed i Direttori medici delle singole strutture.

Tenere in piedi i piccoli ospedali e fruirne consapevolmente
L’Assessore alla salute, Thomas Widmann, ha dichiarato espressamente che le strutture di San Candido, Vipiteno e Silandro, sia sotto il profilo sanitario che strutturale, continueranno a svolgere un ruolo centrale per l’Alta Val Pusteria, l’Alta Val d’Isarco e la Val Venosta: „Il nostro compito è quello di assicurare che anche in futuro le piccole strutture che operano sul territorio, conservino il proprio ruolo e lo svolgano appieno. Soprattutto nei comprensori gli ospedali svolgono un ruolo centrale, spesso sono tra i maggiori datori di lavoro e svolgono un’importante funzione anche sotto il profilo economico. Queste strutture hanno un’importanza ed un’utilità sociale per il comune ed il comprensorio, che va ben al di là dell’assistenza sanitaria”.

In occasione di diversi incontri con rappresentanti d’interesse, ma soprattutto con responsabili dell’Azienda, del Comprensorio e collaboratori/trici, nelle settimane scorse è stato analizzato, quali sono i bisogni sul territorio e dove stanno le possibilità di valorizzazione. L’Assessore punta molto sulla „voce dei professionisti“: „Nelle settimane scorse ho cercato di farmi un quadro completo; non voglio imporre qualcosa dall’alto – se i professionisti mi sanno spiegare in modo convincente e fondato che serve p.e. questo o quello, io per la mia parte cercherò di fare di tutto per sostenerli”.

Offerta di prestazioni di alto livello anche per il futuro
Cosa questo significhi per gli ospedali di San Candido, Vipiteno e Silandro, l’hanno spiegato il Direttore generale Florian Zerzer ed i rispettivi Direttori medici Gottfried Kühebacher (San Candido), Michael Engl (Vipiteno) e Robert Rainer (Silandro). Per dare una risposta qualificata alle esigenze della popolazione In tutti gli ospedali, anche in futuro, sarà messa a disposizione un’offerta di elevata qualità di prestazioni per quanto riguarda la prevenzione, la diagnostica, la terapia, la riabilitazione e le cure palliative. A questo scopo proseguirà l’attività dei Poliambulatori, del Pronto soccorso, dei reparti clinici di Medicina interna, Chirurgia, Anestesia e Medicina d’urgenza; presso l’Ospedale di Silandro anche la Ginecologia ed ostetricia.

A San Candido ci sarà la Riabilitazione per le malattie reumatologiche e resterà operativa anche la Pediatria. 

A Vipiteno rimarrà il Servizio per la Riabilitazione neurologica, come pure l’offerta pediatrica.

A Silandro ci sarà la Stazione di monitoraggio centrale (ZÜST). A questo si aggiunge il nuovo ambulatorio specialistico di reumatologia, sarà ampliata la flebologia ed in futuro anche il servizio integrato di misurazione della densità ossea. Sempre a Silandro resterà operativa la Pediatria.

Inoltre in tutte le strutture proseguirà l’assistenza di pazienti nel reparto di ortopedia-traumatologia

L’ubicazione dettagliata dei servizi nei sette ospedali in rete sarà definita dall’ordinamento clinico.

Concorsi per i primariati
Uno degli obiettivi primari, secondo l’Assessore, deve essere quello di accrescere l’attrattività dei piccoli ospedali per acquisire, anche in futuro, medici specialisti, infermieri, operatori sanitari e personale amministrativo: „In qualità di Assessore alla salute ho incaricato l’Azienda sanitaria di dare seguito all’assegnazione dei primariati concordati con gli esperti del settore. A San Candido e Silandro attualmente sono gestiti da facenti funzioni i reparti di Chirurgia generale ed Anestesia/Medicina d’urgenza, a Vipiteno Anestesia/Medicina d’urgenza. Questi primariati dovranno essere messi a concorso quanto prima“.

Nel suo intervento il Direttore generale dell’Azienda sanitaria, Florian Zerzer, ha sottolineato la necessità di „rafforzare il ruolo dei piccoli ospedali per far fronte al cambiamento demografico ed assicurare un’assistenza sanitaria capillare di base, su tutto il territorio provinciale“.

I Direttori medici Kühebacher, Engl e Rainer si sono compiaciuti ed hanno espresso il loro ottimismo: „Già il fatto, che l’Assessore ed il Direttore generale abbiano convocato queste conferenze stampa nei nostri ospedali, dimostra la loro intenzione a voler valorizzare gli ospedali e le conseguenti attività. Siamo convinti che, grazie alla stretta collaborazione tra Direzione medica, Dirigenza Tecnico-assistenziale, Reparti con primariati l’offerta ambulatoriale unita al Pronto soccorso sarà molto ampia ed i nostri ospedali potranno continuare a guardare al futuro con fiducia“.

(USP/SF)


Ospedale di Vipiteno Zoomansicht Ospedale di Vipiteno
Ospedale di Silandro Zoomansicht Ospedale di Silandro

Altre notizie di questa categoria