Contenuto principale

Ospedale di Bolzano | 27.05.2019 | 15:17

Congresso: Attività sportiva, nuova terapia per il trapianto?

Focus del congresso, tenutosi venerdì 24 maggio 2019, la sensibilizzazione e l’informazione sul tema della pratica sportiva nei portatori di trapianto d’organo.

Congresso: Attività sportiva, nuova terapia per il trapianto?ZoomansichtCongresso: Attività sportiva, nuova terapia per il trapianto?

L’attività sportiva, non è più un tabu per persone che hanno subito un trapianto d’organi, anzi è indicato praticare regolarmente attività fisica e tenersi in forma. Proprio su questo tema, venerdì, 24.05.2019 si è svolto presso la sala congressi dell’ospedale di Bolzano il congresso “l’attività sportiva, nuova terapia per il trapianto?”, organizzato dal reparto di nefrologia diretto dalla Primaria dott.ssa Maria Grazia Tabbì.

Scopo primario di questa giornata è stato di sensibilizzare e informare sul tema della pratica sportiva nei portatori di trapianto d’organo e del suo impatto sulla salute generale, qualità di vita e sulla prognosi e riabilitazione di questi pazienti. Le tematiche hanno spaziato dalla disamina dei dati scientifici a supporto dell’attività motoria come fattore ad impatto prognostico positivo, all’esposizione dei dati desumibili dalle nostre casistiche, all’analisi dello stato dell’arte delle conoscenze su temi connessi, quali ad esempio i fattori di rischio cardiovascolare classici e tipici del trapiantato. Tra i relatori alcuni fra i massimi esperti nazionali ed esteri in ambito trapiantologico e medico sportivo, medici della nostra struttura che si occupano di donazione e trapianti d’organo e che seguono ambulatorialmente i pazienti trapiantati di fegato come il dott. Andrea Mega e di rene, dott. Riccardo Barisonzo oltre ad alcuni testimonials che hanno condiviso con la platea la loro esperienza.

Il numeroso pubblico, composto da un centinaio di iscritti, tra clinici, pazienti, rappresentati di associazioni, personale infermieristico e operatori nel campo della medicina sportiva e della riabilitazione fisica e psicologica ha poi discusso collegialmente le tematiche trattate. Un Info-Point allestito all’ingresso dall’Aido, ha contribuito con spiegazioni e la distribuzione materiale informativo alla promozione della cultura della donazione degli organi.

 

(GF)



Altre notizie di questa categoria